Eurodesk Young Multiplier - le vostre storie

storiesImmaginate di voler partire per un periodo all’estero per studio, lavoro, volontariato o tirocinio. Immaginate di volerlo fare perché sentite di doverlo fare. Perché in fondo lo avete sempre saputo: un’esperienza all’estero è un ottimo modo per acquisire competenze e crescere da un punto di vista personale e professionale, Immaginate di volere partire ma non sapere neppure da dove iniziare. 
Certo, esiste sempre Internet – direte, ma spesso le informazioni che si trovano in rete sono contraddittorie e troppo spesso non sono neutre né di qualità.

È per questa ragione che esiste Eurodesk – la rete europea di informazione ed orientamento per i giovani, la rete ufficiale del programma Erasmus+.

Eurodesk si occupa di fornire informazioni puntuali, neutre ed aggiornate sulle opportunità di mobilità transnazionale rivolte ai giovani.

In linea con questo obiettivo, Susanna ed Alessandro vi guideranno nel fantastico mondo Erasmus e. più in generale, delle opportunità europee. Erasmus+, Corpo Europeo di Solidarietà, Eures, Portale Europeo per i giovani… questi sono solo alcuni dei programmi e dei portali che imparerete a conoscere durante il nostro percorso di PCTO.

Lo scopo è quello di rendervi autonomi nella ricerca delle opportunità ed in grado di informare i vostri coetanei sulle possibilità che l’Unione Europea propone ai suoi cittadini più giovani.

Il percorso prevede che voi acquisiate conoscenze e competenze utili per il vostro sviluppo personale e professionale, tra queste anche le competenze comunicative.

È per questo che abbiamo pensato di creare uno spazio all’interno del sito dove ciascuno di voi può avanzare riflessioni e considerazioni sul progetto Eurodesk Young Multiplier o sugli argomenti trattati durante i webinar. Alcuni esempi? Ad esempio potreste raccontarci cosa è per voi l’UE, se e come questa viene percepita nel vostro territorio. Oppure raccontarci se avete mai preso parte ad una delle opportunità Erasmus o del Corpo Europeo di Solidarietà, o ancora farci sapere cosa vi ha spinto – oltre il/la Prof. – a partecipare al nostro progetto.

Gli articoli, che avranno la forma del blog, serviranno a raccontare Eurodesk Young Multiplier a chi non lo vive direttamente.

Farlo è semplicissimo: è sufficiente scrivere la propria storia nell’apposita sezione che trovate nella vostra dashboard.

Ora che avete tutte le istruzioni non resta che dar voce alla vostra fantasia.

Aspettiamo i vostri contributi ragazz*!


Evento Eurodesk - Il nostro racconto (3Y Liceo L. Ariosto Ferrara (FE)

Giovedì 3 marzo in Atrio Bassani dalle ore 11:15 alle ore 13:10 noi ragazzi della classe 3Y con la collaborazione delle operatrici dell’Informagiovani di Ferrara, Donatella Sartori e Giulia Bonora, abbiamo organizzato un incontro rivolto ai nostri compagni delle classi quarte dell’indirizzo linguistico, per informarli di alcuni dei tanti progetti per i giovani a cui si può partecipare gratuitamente in tutta Europa.

L'iniziativa fa parte di un progetto di PCTO che si chiama Eurodesk Young Multiplier. Eurodesk è una rete europea, il cui obiettivo è quello di informare i giovani sulle opportunità di mobilità che l’Unione Europea offre, come il Corpo Europeo di Solidarietà, Erasmus+, gli scambi di giovani, DiscoverEU, in modo da rendere noi ragazzi cittadini attivi e moltiplicatori dell’informazione con i nostri coetanei.

Nella prima parte del progetto abbiamo assistito a 5 webinar nei quali, dopo una prima introduzione storica e teorica, ci sono stati presentati i veri e propri progetti ed abbiamo anche ascoltato le esperienze coinvolgenti di alcuni ragazzi che hanno partecipato o stanno partecipando a queste iniziative. Le loro testimonianze sono state per noi fonte d’interesse poiché essendo nostri coetanei hanno un approccio più semplice e sembravano entusiasti di ciò che avevano fatto.

Successivamente, abbiamo lavorato assieme al Punto Locale di Ferrara per preparare l’esposizione ed i materiali per l’incontro con le classi quarte dell’indirizzo linguistico. Ogni studente ha scelto una parola che rappresentasse il concetto di Eurodesk a cui in seguito abbiamo associato dei disegni. Ѐ stato molto divertente poiché abbiamo messo sicuramente alla prova la nostra fantasia.

Giovedì 3 marzo quando abbiamo esposto ci siamo sentiti responsabili cittadini europei, perché abbiamo condiviso le nostre conoscenze con altri ragazzi. Inoltre, grazie a questa esperienza abbiamo imparato a lavorare insieme e ad ascoltarci, sentendoci una classe più unita. Considerata la situazione che abbiamo vissuto e stiamo ancora vivendo questa è stata una delle prime esperienze in cui abbiamo lavorato insieme come una classe coesa.

Consigliamo a tutti di partecipare a questi progetti, perché permettono di conoscere nuove persone e culture, viaggiare e scoprire ciò che si vuole fare nel proprio futuro. Se poi qualcuno volesse saperne di più, prendendo appuntamento con l’Informagiovani di Ferrara, Punto Locale Eurodesk può ottenere una consulenza più approfondita e trovare le opportunità più adatte a sé.

Sofia Gambini, Madalina Gutu e Nicolò Negrini